Notizie ed eventi

14.01.2019

PIR – Importanti novità normative

La Legge 30 dicembre 2018, n.145, ha introdotto l’obbligo per i Piani di risparmio a lungo termine (PIR) costituiti dal 1° gennaio 2019 di investire in ulteriori categorie di strumenti finanziari*.
​​​​La Legge 30 dicembre 2018, n.145, ha introdotto l'obbligo per i Piani di risparmio a lungo termine (PIR) costituiti dal 1° gennaio 2019 di investire in ulteriori categorie di strumenti finanziari*. 

Poiché, allo stato attuale, i fondi Anima Crescita Italia, Anima Iniziativa Italia, Gestielle Pro Italia non soddisfano i requisiti della nuova normativa, la prima sottoscrizione dei suddetti fondi nelle Classi AP e P è stata inibita.

I clienti che abbiano sottoscritto un fondo PIR compliant prima del 1° gennaio 2019 potranno invece effettuare versamenti successivi dei suddetti fondi nelle Classi AP e P.

Per ulteriori informazioni, vi invitiamo a contattare il Servizio Clienti telefonando al numero verde 800 388876 o scrivendo a clienti@animasgr.it​.

* 1) Strumenti finanziari ammessi alle negoziazioni sui sistemi multilaterali di negoziazione (emessi da piccole e medie imprese, come definite dalla raccomandazione 2003/361/CE della Commissione, del 6 maggio 2003) per una percentuale minima del 5% degli Investimenti Qualificati; 2) quote o azioni di Fondi per il Venture Capital residenti nel territorio dello Stato o in Stati membri dell'Unione europea o in Stati aderenti all'Accordo sullo Spazio economico europeo, per una percentuale minima del 5% degli Investimenti Qualificati. 
La presenza di tali strumenti, i quali dovranno essere detenuti per un periodo minimo per ogni anno solare, consentirà di beneficiare delle agevolazioni fiscali connesse ai PIR.

Scelti per te

s