Questo sito usa cookie (sia cookie tecnici sia cookie analitici e di profilazione di terze parti), per fornirti una migliore esperienza di navigazione e per fornire pubblicità personalizzata. Continuando a navigare, chiudendo questo banner ne accetti l'utilizzo; per negare il consenso si rinvia all’informativa estesa. Scopri di più
Chiudi
Italiano | English

Gli italiani e il risparmio

​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​
​​​Edizione primaverile dell’Osservatorio ANIMA - GfK sul risparmio delle famiglie italiane
  • Diminuiscono i “pessimisti” sul futuro dell’economia italiana, dal 58% al 41%, e gli euroscettici, dal 42% al 35%
  • La progettualità sull’uso dei risparmi riaccende timidamente i motori
  • Si conferma il vantaggio delle soluzioni d’investimento (scelte dal 26% delle famiglie) rispetto a immobili (10%) e liquidità (3%).

Migliora il sentiment delle famiglie italiane. O meglio, rispetto all’ultima rilevazione di ottobre 2014 che aveva segnato un ritorno dell’incertezza, il pessimismo sulla futura situazione economica dell’Italia rallenta il passo. È questa una dell​​e principali evidenze che emergono dall’edizione primaverile dell’Osservatorio semestrale promosso da ANIMA Sgr, l’operatore leader indipendente del risparmio gestito italiano, in collaborazione con la società di ricerche di mercato GfK. La rilevazione - che si propone di indagare sui comportamenti finanziari delle famiglie italiane in funzione dei loro progetti – è stata realizzata su un campione di oltre 1.300 adulti “bancarizzati” (cioè titolari di un conto corrente bancario o postale), rappresentativo di oltre 41 milioni di individui, fra cui si contano circa 10 milioni di investitori, ovvero coloro che posseggono almeno un prodotto di investimento. Analizziamo ora nel dettaglio quanto è emerso. ​

L'analisi - che si propone di indagare sui comportamenti finanziari delle famiglie italiane in funzione dei l​oro progetti – è stata realizzata  tra il 20 aprile e il 3 maggio 2015, su un campione di oltre 1.300 persone, che rappresenta circa 41 milioni di italiani maggiorenni titolari di un conto corrente.​

Approfondimenti