Questo sito usa cookie (sia cookie tecnici sia cookie analitici e di profilazione di terze parti), per fornirti una migliore esperienza di navigazione e per fornire pubblicità personalizzata. Continuando a navigare, chiudendo questo banner ne accetti l'utilizzo; per negare il consenso si rinvia all’informativa estesa. Scopri di più
Chiudi
Italiano | English

ANIMA Flash - Idee d'investimento per il 2016

04/01/2016

​​ 

Il team gestionale di ANIMA ritiene che anche nei primi mesi del nuovo anno la volatilità potrà restare su livelli elevati, ma non mancheranno comunque opportunità.​​​​​​​​​​​ 

Il meglio del bull markets è alle spalle? Troppo presto per dirlo, in quanto all’orizzonte potranno presentarsi sorprese positive e negative (come si evince dall’infografica). Dopo un 2015 di ricostituzione della volatilità sui mercati (si veda la tabella riportata nel documento a pag. 4 e 5), il team gestionale di ANIMA si aspetta che le fasi di tensione e nervosismo anche nel 2016 si possano mantenere su livelli elevati. Tuttavia, la maggiore chiarezza sulle modalità di rialzo dei tassi da parte della Federal Reserve - all’indomani dell’attesissimo meeting dello scorso 16 dicembre - e sulla determinazione delle politiche espansive di Bce e BoJ - nonché l’uniformarsi delle previsioni sulle principali economie - dovrebbero impedire gli “scoppi” di volatilità che hanno caratterizzato l’intero corso del 2015, con un vero e proprio picco a partire dalla scorsa estate, dopo la prima correzione del mercato azionario cinese (si veda il box riportato per i principali eventi a cui si è assistito quest’anno sui mercati). 

Del resto, all’inizio del 2015, nell’Anima Flash di gennaio-febbraio, da una parte si era sottolineato che il Qe messo in atto dalla BCE ed euro debole avrebbero potuto fare del 2015 l’anno del recupero per le borse europee – così come è accaduto – ma dall’altra parte si era già evidenziato come a fare il suo ritorno in prima fila, sulla scena dei mercati finanziari, fosse già stata la volatilità.​

mondo3.jpg

Il documento completo è disponibile in Area Premium (solo per operatori professionali), per scaricarlo clicca​ qui.​​​​​​​​​​​